Tutti i colori dell’istant comic

, ,

Rosa: ovvero gossip. Il 29 aprile Kate e William si sposano, i voli per Londra sono esauriti, i giornali si sono sfidati quotidianamente a scovare news su invitati e partecipanti effettivi (Mister Bean si, Obama e Sarkozy no), acconciature, vestiti, carrozze reali, per quello che è stato chiamato “l’evento del secolo”. Naturalmente non mancano le polemiche, dato che il matrimonio riceverà anche finanziamenti pubblici in un momento di grandi ristrettezze economiche (tanto che una galleria d’arte ha realizzato delle sick bags per chi “rigetta” la cosa (qui, su Il Post).

La Bluewater Production non aspettava altro. Specializzata in fumetti-gossip e biografie disegnate come Infamous Lindsay Lohan, Zuckerberg, Lady GagaJustin Bieber o Beyonce, ha colto la palla al balzo con Kate & William – A Very Public Love Story (qui un servizio della NBC), già alla seconda ristampa in due settimane dalla prima uscita. Oltre al libro a fumetti sulla coppia va a ruba anche l’edizione dedicata a Kate e quella concentrata su William, oltre all’edizione speciale con con contenuti extra.

La vita dei vip e dei divi diventa epica e immaginario da sognare, per un prodotto editoriale creato ad hoc per i fan: se questo genere giornalistico è assodato, così come il fotoromanzo, come filone fumettistico è un fenomeno relativamente nuovo. Pare che non si discosti neanche sulla qualità e sulla correttezza dei metodi di lavoro, come analizza questo articolo di Bleeding Cool.

Nero: era necessario? c’era proprio bisogno? Così si interrogava Gianluca Testa sul suo blog a proposito della ricostruzione illustrata dell’omicidio di Sara Scazzi sul Corriere della Sera. Lo stesso si può dire per il film tv Amanda Knox, murder on trial in Italy, diffuso tra polemiche e azioni legali contro la sua distribuzione. È lo stesso meccanismo, lo stesso scavare pruriginoso in notizie e dettagli non finalizzati certo all’informazione come approfondimento e maggiore conoscenza dell’attualità. La violenza, vera, diventa feticcio, piacere voyeuristico. Anche quando l’orrore della cronaca viene irriso, come nelle strisce apparse nel 2002 su Alan Ford su Erika e il massacro di Novi Ligure. Un compiacimento a dir poco imbarazzante.

E qui facciamo una distinzione: i fumetti possono raccontare la cronaca nera anche con un taglio alto. Di inchiesta, di riflessione sociale, di qualità grafica e di contenuto. È il caso della collana Cronaca Nera di Becco Giallo, che con sensibilità e documentazione si accosta ad orrori che hanno segnato e cambiato la storia italiana, come spiegano i due autori de Il massacro del Circeo (uno dei titoli) in un servizio su Rai Educational (qui).

Bianco: un colore che qui sta non nell’accezione collegata ai colori della cronaca (rosa e nero), ma alla Chiesa cattolica. La candida colomba della Pasqua è passata da poco, e fervono i preparativi per la beatificazione di Giovanni Paolo II il 1° maggio. Quest’anno feste civili e religiose si incrociano per la seconda volta, e gli hotel di Roma sono già al completo da tempo. 400 mila pellegrini e 50 capi di stato, negozi aperti e una grande macchina organizzativa in moto. Per una celebrazione del genere non poteva mancare un’opera colossale: il fumetto più lungo del mondo.

Iniziativa della Diocesi di Palestrina, la notizia è rimbalzata sulla rete. Come riporta il sito: “Paliano racconta la vita di Karol. La vita di Giovanni Paolo II è stata divisa in 1000 scene: ai ragazzi – oltre 1.200 – è stato dato un foglio dove disegnare e tutto il fumetto sarà unito a creare un percorso lungo 1 km! I disegni sono realizzati dai ragazzi delle scuole, giovani, scout, bambini negli ospedali, carcerati, dall’Italia e dalla Polonia ed altri paesi. Alla fine si avrà un vero e proprio fumetto a partire dai disegni! E sarà il fumetto più lungo del mondo realizzato dai ragazzi di Paliano: ma il primo disegno sarà firmato dal Cardinale Stanislaw Dziwisz – segretario personale di Giovanni Paolo II per 40 anni. Tanti hanno cercato di raccontare la vita di Karol. Attraverso i disegni i ragazzi saranno aiutati a conoscere la storia del nuovo beato. E si pensa già di realizzare con quei disegni un cartone animato.”

E se si rispolvera per l’occasione Karol Wojtyla, il Papa del Terzo millennio di Toni Pagot e Sergio Toppi, se si produce un manga su Benedetto XVI da distribuire in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù (qui un’intervista all’editore), non si riuscirà di certo a superare la mole del fumetto di Paliano.

 

Istant comics, come istant books: libri prodotti e scritti a tempo di record, spesso legati a fatti di cronaca e di attualità per sfruttarne la risonanza. Con l’avvento dell’e-book forse diventerà un format particolarmente avvezzo ad aggiornamenti sugli ultimi rumors. Rosa, neri, bianchi…

 
 

3 Responses

Lascia un commento

(*) Required, Your email will not be published